Amo una persona con la quale so che è impossibile stare

di Toxicity21

La mia storia è molto particolare e non lo è perché sia la mia storia ma perché è caratterizzata da elementi che non sono di “ordinaria amministrazione”:
Ho 21 anni e a 16 mi innamoro di un ragazzo che “conosco” in un forum. Rimango colpita dai suoi pensieri, dal suo modo di esporre questi pensieri e dalla sua simpatia travolgente e dal momento che ho sempre avuto un debole per i ragazzi brillanti, capaci di formulare un pensiero proprio, questo ragazzo diventerà, poi col tempo, il mio desiderio più grande. Iniziamo a conoscerci e tra di noi nasce un rapporto dialettico stupendo, msn diventa la nostra droga ed ogni giorno ci scambiamo le nostre opinioni su qualsiasi tematica: dalla politica alla letteratura, dalla sfera sociale alla comicità, dall’impersonale al personale e all’intimo. Insomma, tra di noi si instaura un rapporto mentale molto forte, non basato sulla fisicità quindi (anche se entrambi avevamo la foto dell’altro/a) e noi, con il trascorrere dei giorni, degli anni, ci scopriamo sempre più innamorati l’uno dell’altra. Lui è un ragazzo molto introverso ed istintivo, con un vissuto difficile alle spalle, possessivo, assolutista; io sono una ragazza esuberante e molto razionale, intraprendente, gelosa e passionale. Due mondi diversi con un passione in comune: il sentimento che cresceva sempre di più, anche se nessuno dei due aveva toccato l’altro o visto lo sguardo dell’altro.
Io ho sempre cercato di costruire una storia reale e così abbiamo iniziato a messaggiare, a scriverci delle lettere e finalmente, dopo tanti anni di incomprensioni e litigi ci incontriamo (lui ha sempre avuto paura di instaurare un rapporto reale con me perché mi ha sempre detto che non sarebbe riuscito ad accettare la distanza fisica tra di noi se ci fossimo incontrati e poi ci fossimo resi conto di stare bene anche nella nostra realtà. Io abito in Calabria, lui in Campania). Quando ci incontriamo stiamo talmente bene che trascorriamo quella giornata come se fossimo due persone che si conoscevano da sempre, che non si erano mai divise e che si erano amate da sempre: ridiamo, parliamo, ci confidiamo le nostre paure e scende giù anche qualche lacrima in quella notte, sulla spiaggia, in cui lui mi dice (tenendomi tra le sue braccia): “Ho commesso tanti sbagli finora ma tu sei stata l’unica persona che ho ascoltato in tutta la mia vita. ” (L’ho conosciuto quando faceva uso di cocaina e lui mi ha sempre detto che grazie a me è riuscito ad uscirne). E allora lo abbraccio e rimaniamo così, nel silenzio, abbracciati.
Ci siamo fidanzati ufficialmente e siamo stati insieme un anno e due mesi.
È stato un rapporto difficile perché lui non voleva che frequentassi i miei amici di sesso maschile, voleva che io facessi tutto ciò che lo potesse in qualche modo rendere tranquillo ed i litigi erano tanti, troppi, mi logoravano dentro e dopo quattro mesi l’ho lasciato perché anche se lo amavo più di quanto fossi capace di amare me stessa mi rendevo conto del fatto che questa storia mi stesse facendo morire dentro e che non volevo mandare al diavolo la mia dignità. Ci siamo rimessi insieme, poi, perché lui mi ha cercata nuovamente e mi ha chiesto, implorandomi, di dargli un’altra possibilità, mi diceva che aveva capito i suoi sbagli e che da quel momento in poi non si sarebbe più chiuso in alcun silenzio con me e che non sarebbe stato più possessivo nei miei confronti. Tutto ciò, però, non è accaduto e la storia ha iniziato ad avere altri problemi: io prendevo sempre l’iniziativa di prendere il treno per andare da lui, lui era apatico e sembrava che il fatto che non ci vedessimo gli andasse bene, anche se ogni sera mi scriveva che gli mancavo, che mi desiderava, che ero la prima e l’unica persona che avesse amato in tutta la sua vita, che non riusciva più a sopportare la distanza. Mi scriveva dei messaggi così belli e così carichi di amore che pensavo che lui mi amasse più di quanto io amassi lui.
I problemi si andavano intensificando sempre di più ed anche se tra di noi continuava ad esserci un legame mentale molto forte e continuavo, nonostante tutto, ad amarlo decisi di lasciarlo definitivamente perché scoprii che mentre lui mi “vietava” certe cose (di non andare in discoteca o di uscire con degli amici) lui parlava con delle ragazze su fb facendo loro dei complimenti e dicendo di essere attratto dalle ragazze più grandi di lui (lui è un anno più piccolo di me). A quel punto ho deciso, dopo un anno e due mesi, di mettere fine a quella storia che mi stava facendo impazzire e gli dissi al telefono che era uno stronzo perché mi aveva tenuto nascosto tante cose (le conversazioni ed altre cose) e tra le lacrime (non sono riuscita a trattenerle) gli dissi che mi dispiaceva perché avevo creduto tanto in quella storia. Lui, in maniera molto fredda, mi rispose che mi aveva già detto alcuni giorni prima che se quella storia mi faceva stare male avrei dovuto chiuderla e basta. E la telefonata si concluse con un suo gelido: “Ok, ciao ciao”.
Da allora non ci siamo più cercati: né lui ha cercato me per chiedermi scusa, né io ho cercato lui per urlargli la mia rabbia (sono una persona molto orgogliosa). Il giorno del mio compleanno, però, mi è arrivato un suo msg di auguri ma io non ho risposto perché non credo che si meritasse una mia risposta da parte mia.
Dopo cinque mesi dal giorno in cui l’ho lasciato non so dire con esattezza cosa provi dentro di me nei suoi confronti, so solo che penso a lui ogni notte e mi domando perché. Mi chiedo perché abbia rovinato tutto quando so con certezza di essere stata l’unica persona (dopo la madre), in tutta la sua vita, ad amarlo con dignità, lealtà, affetto e sincerità. Mi chiedo che cosa sia successo nella sua mente, se qualche volta mi pensi e si sia pentito dei suoi comportamenti schifosi e mi chiedo perché io non riesca a togliermelo dalla mente, dal cuore, nonostante il male, nonostante la sua indifferenza, nonostante i nonostante.
A volte sto male perché sento che il mio sentimento sia sempre lì nel mio cuore anche se razionalmente so che è impossibile stare con lui e che non voglio starci.
Amo una persona con la quale è impossibile vivere ma se la amo non è “colpa” mia. Cosa ne pensate?

Ringrazio tutti/e per le eventuali risposte.

Un bacio, Toxicity.

L'autore ha scritto n.4 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione

Continua a leggere: Amore

Scrivi una Lettera    Ultime Lettere    Ultimi Commenti    Lettere Senza Risposta

13 commenti a

Amo una persona con la quale so che è impossibile stare

Pagine: 1 2

  1. 11
    C. -

    appena ho letto la tua storia mi è venuto un soffietto al cuore xkè
    qst genere di comportamenti li aveva il mio ex ragazzo e x 6 anni nn h
    ftt altro k arrabbiarmi di brutto e anke se mi è caduto dal cuore
    troppissime volte x l amore ke sentivo tornavo sempre indietro calpestando il mio orgoglio, pensando
    k forse sarebbe stata la volta buona!invece la volta buona possiamo dr
    k all inizio c era qnd a me nn interessava x nnt!l avev conosciuto alle scuole superiori all età di
    15 anni quindi credo di averlo cpt il suo carattere standoci x troppo
    tempo xk sn un tipo k pensa molto e cerco di capire il motivo dei suoi
    sbalzi di testa!io penso k qst ragazzo nn abbia mai capito il vero
    significato di Amore, forse qnd stava cn te ha provato qst sentimento
    e anke s stava bene cn te x la voglia sempre di cambiare si comporta
    in quel modo xk ha paura di stare male veramente x qlkn!hanno sempre
    la tendenza d cambiare xk nn sn stabili nelle relazioni durature e
    invece d rafforzare il rapporto la lontananza la prendono al
    contrario!cercando nuove ragazze x divertirsi!sembrano forti ma in realtà sn molto fragili dentro!posso dire ancora ke io su qst storia ci stò ancora male e sapere ke lui è riusciuto a dimenticarmi cn un altra ragazza k ha preso il mio posto mi prendono le crisi anke xk x me ancora esiste nella mia mente è bruttissimo, nn riesco a stare cn nessun altro xò c voglio provare,x qst secondo me è meglio
    lasciare xdere qst tipo di persone, xk faranno sempre soffrire (ki nasce tondo nn muore di certo quadrato)!baci e
    buona fortuna ;)

  2. 12
    lisabo98 -

    a me piace 1 ke nn mi conosce neanke ke ogni giorno è cn una diversa tt mie amike fra l’altro.. e uno tra i più popolari della scuola ed è un figo da paura ci sn andata adosso 4 o 5 volte e 1 volta mi ha parlato ma nn so se si può considerare ke mi conosca insomma è strano nn lo capisco più è di 1 anno + grande ma io li compio in settembre e lui in febbraio.. è tnt amiko di un mio amiko ma nn posso dire niente a lui il mio amiko xk se no vengono fuori storie nn mlt bll.. una storia veramente impossibile eppure sapendo ke è impossibile mi piace ankora di +..

  3. 13
    solo tu -

    ciao sono una ragazza marocchina ho 19 anni 4messe fa ho conosciuto un ragazzo albanese primi giorni non mi frega tanto fi lui però abbiamo passati promo messe insieme e devo partire io a Marocco mi sento che non cello faccio più senza lui mi è devo stare a mio paese un messe e non sono stata mi sento che mi manca troppo sono tornata e lo vesto sono stata bn adesso sono 4messe che sto con lui è da quatro giorne non mi risponde al telefono ne anche un messaggio no lo so cosa faccio qualcuno mi aiuta

Pagine: 1 2

Scrivi un Commento
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie.
Rispetta l’autore della lettera e gli altri utenti: resta in tema, non chattare, usa un solo nome, fai un uso limitato di abbreviazioni SMS e Maiuscole.
Puoi inserire al massimo 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Il server pubblica in via automatica i commenti alle ore pari (2, 4, 6, 8 ...).
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

 caratteri disponibili

Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.