Amanti io e la moglie di un mio amico, vorrei dirgli tutto ma…

di seastorm

Mi sento un verme nei confronti di un amico, mi sono innamorato di sua moglie e siamo stati amanti per un anno e mezzo, adesso è finita.
Frequentavamo lo stesso gruppo di amici, un giorno dissi tramite Messenger a sua moglie che lei mi era sempre piaciuta, lei mi rispose che altrettanto io lo ero a lei, dopo pochi giorni siamo diventati amanti, innamorati pazzi, tanto che dopo 4 mesi io lascio mia moglie e lei lascia lui.
Viviamo in un paese piccolo, tutti parlano della nostra relazione, lui chiese a sua moglie se era vero, lei nega tutto, io lo chiamai per parlarci, gli dico anch’io che non è vero, ma lo faccio solo per lei, lei mi ha scongiurato di negare, per i suoi figli, per i miei figli, lui mi crede, ma dentro di me sto male, so che gli ho detto una cosa falsa, lui mi crede, riprende a salutarmi, passano i mesi, noi continuiamo a vederci di nascosto, benché ormai separati da loro.
Lui comincia a crederci, forse degli amici gli hanno detto che è vero, un amico comune vide lei uscire da casa mia un giorno, e qualcuno ha visto me uscire da casa sua. Non mi saluta più, quando ci troviamo per strada, mi fa male pensare che lui attribuisca a me la colpa della sua separazione, ha pienamente ragione, ma non è solo mia la colpa, penso sia mia e di sua moglie, allo stesso modo.
Adesso lei mi ha lasciato, ma non so quanto ne fosse convinta, io sono tornato a casa con mia moglie, mi sento un verme, specialmente quando lo incontro e lui gira la faccia dall’altra parte.
Dissi a lei che avrei voluto parlare con lui, dirgli tutto, assumendoci le nostre responsabilità, di conseguenza lo avrebbe saputo anche mia moglie, alla quale ho detto anche a lei che era tutto falso, che erano voci di paese, ma per essere un po’ più a posto con la coscienza, avrei corso il rischio di essere buttato fuori di casa da mia moglie, ma lei mi ha implorato di non farlo, per i suoi figli, per i miei figli, però ha detto che lei non può fermarmi, che se lo vorrò fare lei non può fermarmi, ma se le voglio bene, non devo dirgli niente.
Ho un dubbio a volte che mi assale, dirgli tutto e prenderci le mie e le sue responsabilità di quello che abbiamo fatto insieme o stare zitto e continuare a vivere con questo rimorso di aver tradito un amico.
Non so cosa fare.

L'autore ha scritto n.1 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione

Continua a leggere: Amicizia - Amore

Scrivi una Lettera    Ultime Lettere    Ultimi Commenti    Lettere Senza Risposta

25 commenti a

Amanti io e la moglie di un mio amico, vorrei dirgli tutto ma…

Pagine: 1 2 3

  1. 21
    ottavia -

    ciao
    innanzitutto non sono d’accordo sul 50+50 più ragionevole è un 25×4.
    Vi siete chiesti perchè? perchè hanno tradito? cosa cercavano? cosa mancava in casa da spingere a guardarsi intorno? e perchè l’amico o l’amica? se si arriva a mettere in discussioni le scelte della vita cosa è successo? cosa ha deluso? sbagliato è lasciare le cose come stanno in famiglia, non affrontare i problemi e continuare a cercare “sollievo” fuori. Può capitare ma le crisi servono per crescere, quindi affrontare le crisi e far crescere la coppia se ancora c’è qualcosa da salvare, altrimenti separarsi ma soprattutto non arrivare a farlo solo quando spunta qualcun altro.
    Non giudicate mai, può succedere a chiunque.
    Diffidare dagli integerrimi… sono i più pericolosi.
    ciao

  2. 22
    Pablo66 -

    Lo chiami amico? Credo che dirgli tutto adesso non abbia nessun senso dal momento che quando vi incontrate si volta dall’altra parte.Piuttosto stai lontano dagli altri amici

  3. 23
    Liberte -

    Il titolo della lettera è “Amanti io e la moglie di un mio amico, vorrei dirgli tutto ma ………..”.
    Invece il titolo corretto dovrebbe essere “Amanti io e la moglie di un mio amico,vorrei dirgli tutto ma non ho le palle”.
    E per piacere correggi il titolo che aspetti.

  4. 24
    love -

    nn ho letto qsi nessuno dei vostri commenti, sai tradire è da deboli, e oggi essere forti è molto difficile…
    Ki riesce a capire precisamente qllo che vuole nella vita?
    e se lo capisce è felice?
    siete felici?
    il matrimonio non e una trappola per la vita, e non sono cose cose che capitano ( come dice uno dei qsi commenti ke ho letto) se ti accorgi di non essere felice e se capisci che non c’è nulla da fare non puoi essere infelice a vita nn puoi sacrificarti solo perchè hai una famiglia certo ki lo fa è una scelta nobile coraggiosa e molto altruista ma anke molto triste che scommetto tt i miei averi verrà ripagata benissimo ma chi nn ce la fa non puo tormentarsi a vita e finire un matrimonio nn deve essere per forza la conseguenza di uno scatafascio familiare.ti dico pero che tua moglie per come si e comportata ti ama e ti vuole bene…vuole vivere insieme a te e cn la famiglia e tu devi allargare il tuo sguardo un attimo dall altra donna e dal tuo amico e capire fondamentalmente cosa vuoi, perke tt qllo ke ho detto lo penso ma per la tua storia nn vale molto perke in qsto modo hai fatto male a molte persone e a te e nn hai trovato la tua felicità…stai inseguendo qlks così giusto per trovare qlks da inseguire perke sei confuso e in cerca di qlks ma basta voltarti indietro per capire che gia lo hai un qlks e anke di molto grande e adesso sta a te scegliere… costruire qlks o rincorrere l ignoto…? nn ritornare cn qlla donna anke lei e confusa e un paesino e nn risolverete mai niente per il tuo amico qndo avrai le idee kiare puoi provare a scrivergli delle frasi anonime dei tuoi pensieri sul tuo stato d’animo su qnto una persona puo sbagliare e capire dopo qnta importante e qllo ke ha perso, qnto ha capito ecc ecce poi guardalo sempre cn l aria di ki ha perso qlkn di molto importante fai sapere che kiedi di lui se lui ha bisogno di qlk cosa fai sapere che kiedi cm sta tnt le voci girano fallo fin qndo nn ti sentirai sconfitto puo darsi che qlks si risolverà

  5. 25
    Giorgio -

    Con la premessa che siamo fatti di carne, siamo umani, sbagliamo e “siamo perfetti nella nostra imperfezione”, per me non avete fatto una cosa biasimevole. I rigidi moralisti, sono quelli che di solito o non hanno capito nulla della vita nonchè della natura umana, oppure sono quelli che in realtà sono i peggiori. Non si punta mai il ditto contro nessuno. Questo SI che è un vero peccato.
    Adesso però, dovrai pagare le conseguenze delle tue scelte con coraggio e senza metterti contro te stesso.
    Buona fortuna caro essere umano..

Pagine: 1 2 3

Scrivi un Commento
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie.
Rispetta l’autore della lettera e gli altri utenti: resta in tema, non chattare, usa un solo nome, fai un uso limitato di abbreviazioni SMS e Maiuscole.
Puoi inserire al massimo 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Il server pubblica in via automatica i commenti alle ore pari (2, 4, 6, 8 ...).
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

 caratteri disponibili

Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.