Salta i links e vai al contenuto

Aiuto, consigli, critiche

Lettere scritte dall'autore  

Ho 22 anni, sesso femminile. Ho un’attività da 4 anni, adoro sapere, leggere, cantare e suonare il piano. Mi sto cimentando in un’attività secondaria che si svolgerà per lo più online. Ora passo a ciò che voglio che sappiate per consigli, critiche. Sono completamente sola. A volte sembra che sia io a volerlo. Ma non posso parlare di ciò di cui vorrei parlare con chi mi circonda perché non ci sarebbe un vero dialogo. Non saprebbero nemmeno di cosa parlo e come rispondermi. Mi sento in gabbia. In dovere verso qualcosa che non ho scelto. In dovere verso la maggior parte della gente che mi sta accanto. In debito col mondo. Penso di essere pazza. Non so con quale coraggio penso di poter affrontare questa vita da sola. Tutto ciò che mi riguarda è un casino. La mia casa, la mia routine, odio la mia vita, odio me stessa. Odio. Non riesco più a concludere niente. Se dico di dover fare qualcosa poi non lo faccio, scelgo la comodità. Non ero così, non sono io questa. Ho perso la fede in Dio che prima, quando ero migliore di oggi, mi accompagnava. Ma non posso pensare che il mio disagio provenga da questo cambiamento. Mi sono sballata, completamente. E si vede, non vorrei ma si vede. Dal mio viso, da quanto dormo, da come mi vesto. Si percepisce dai discorsi che faccio, a volte mi ascolto e dentro mi derido. Si vede perché mi faccio del male, continuamente. Questo cibo mi fa male? Allora lo mangio. Fare sport mi farebbe bene? Allora non lo faccio. Conosco qualcuno che non se ne frega un emerito cazzo di me e se gli morissi davanti resterebbe impassibile? Bene, me lo scopo. Non ho una logica da seguire, un modello di persona. Rileggendo capisco che se leggessi io una lettera del genere ci capirei ben poco.. perciò mi dilungo ancora un pó anche se non so precisamente quali dati vi servano sapere per capire di più la mia persona. Allora.. Sono sempre stata solitaria, perlopiù sin da giovanissima mi rifugiavo in chat con gente più grande, sentivo ben poco la mancanza di amici, sapevo ciò di cui avevo bisogno e pensavo solo a soddisfare bisogni quali sport, libri, passioni passeggere e qualche relazione molto superficiale. Sono cresciuta in un ambiente freddo, non ho avuto affetto ma sono sicura di non averne avuto bisogno. Credo di essere una persona profondamente egoista. Mi sorprendo spesso a pensare che non mi importa di nessuno tranne che di me stessa. Sono una perfezionista. Sono estremista. Passo continuamente da un eccesso all’altro. Amo il rischio e tutto ciò che è adrenalina. A volte so quando fermarmi, a volte no. Non concepisco le vie di mezzo in nessun ambito. 

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Condividi su Facebook Aiuto, consigli, critiche

Lettere correlate:

Continua a leggere lettere della categoria: Me Stesso - Relazioni

5 commenti

  1. 1
    xleby -

    Questa lettera sembra un accozzaglia di roba senza senso.
    Ora ti scrivo le mie impressioni. Prendo dei pezzi posti (apparentemente) a caso per farti vedere.

    “Sono cresciuta in un ambiente freddo, non ho avuto affetto…”

    “Conosco qualcuno che non se ne frega un emerito cazzo di me e se gli morissi davanti resterebbe impassibile? Bene, me lo scopo.”

    Tu cosa vedi? io vedo una connessione… vediamo se riesco a spiegartela.

    Cerchi attenzioni di chi non ti caga facendoti del male perché i tuoi gdnitori non ti hanno cagata. E allora brami leattenzioni di chi non ti caga! Il modo in cui i nostri genitori ci amano sarà il modo in cui noi ameremo da grandi. Fecendo un esempio “sano”: se io ho ricevuto affetto in abbondanza avrò amor proprio ed eviterò le relazioni per me deleterie e inappaganti perché avrò un’ idea chiara di cosa significhi amare… invece nel tuo caso ripeterò le dinamiche infantili inconsciamente ricercando attenzioni dalle persone che non mi danno attenzioni ma che in realtà non mi interessano.

    Devi cercare di correggere questa tendenza con l’aiuto di uno psichiatra/psicologo comportamentale. Queste relazioni inappaganti ti aumentzno solo il vuoto interiore perché più ci butti la roba sbagliata e più aumenta…

  2. 2
    truth -

    Grazie per aver commentato Xleby. Saprebbe dirmi perché avevo 10 commenti in attesa di pubblicazione ed è comparso solo il suo?
    Ha ragione, non ha molto senso una lettera scritta in questo modo, ho omesso punti importanti per potermi fare capire. Soffro da un paio di anni di attacchi di panico e da allora prendo Xanax e Valeriana, anche se non sono molto d’accordo. Perciò ieri in seguito ad un attacco ho pensato di buttar giù qualche riga qui e forse mi sarei sentita meglio. Questo per farle capire il motivo dell’accozzaglia di roba senza senso.
    L’analogia che ha trovato mi ha sorpresa ma soprattutto zittita, in qualche modo ciò che ha scritto è veritiero e un giorno, in procinto di una relazione amorosa, dovrò fare i conti con questa cosa. Ora però non cerco amore dalla persona con cui faccio del sesso. In questo tipo di relazioni basta solo aver stima e rispetto dell’altro purché la cosa funzioni, secondo me. Era per queste mancanze che mi sono lamentata, non per mancanza di amore. IL mio problema riguarda più la vita in generale e il modo di affrontarla, il non avere voglia di affrontarla. Non me lo posso permettere avendo grosse responsabilità, ma più lo capisco e più cado in profondità. Sono già stata in analisi qualche anno fa ma non mi è stato d’aiuto in quanto il meccanismo che captavo era che l’importante fosse parlare a voce alta. Che l’analista non mi avrebbe veramente ascoltata e pensasse che parlando a me stessa più che a lui mi sarei resa conto da sola delle mie incongruenze. In qualche modo ho scritto qui per sapere, invece, se qualcuno ha un consiglio vero da darmi o, meglio ancora, si sia mai sentito svogliato di vivere nonostante realtà per cui sei obbligato ad essere attivo. Grazie ancora Xleby.

  3. 3
    D-Ego -

    “Aiuto, consigli, critiche”

    truth, che ti devo dire, il mondo è pieno di alieni, per cui alienarti non è strano, essendoti mancati i tuoi corrispettivi simili in questa sconcertante festa di Halloween, dove la fede pare una congiura delle maschere.

    Goditi questo lunapark, è l’unica cosa che puoi fare, non ci sono pezze per rimediare, ma senza fartene nessuna colpa, perchè non dipende da te e quindi non devi nulla a nessuno, specialmente a chi non ti capisce quando parli. 😉

  4. 4
    Vic -

    Penso che la psicanalisi possa aiutare,
    molti problemi risalgono ad episodi
    dell’infanzia.
    Ci sono in rete video di regressione , in sostanza
    si comincia col rilassamento, poi con la mente
    si torna indietro negli anni.
    Potrai rivivere così gli episodi dell’infanzia
    che ti sono rimasti impressi, in quanto ti hanno
    suscitato emozioni.
    Perchè sembra che tu abbia voluto cancellare
    le emozioni dalla tua vita e così stai vivendo senza vivere.

  5. 5
    Gaudente -

    Truth , di te non me ne frega un emerito cazzo e se mi morissi davanti resterei impassibile.
    Attendo il tuo indirizzo per riscuotere la mia scopata gratuita.

Lascia un commento

(Massimo 2 commenti per lettera alla volta)


▸ Mostra regolamento
I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18 e 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica ...) o eccessivamente ripetitivi nel contenuto. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema", per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
La modifica di un commento è possibile solo prima della pubblicazione e solo dallo stesso dispositivo (da qualsiasi dispositivo se hai fatto il Login).

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili