Salta i links e vai al contenuto

Aiutare una donna che non può uscire di casa

Ciao a tutti!!!

Sono un ragazzo di 27 anni e ho un problema. Sto con una ragazza della mia età i cui genitori non la fanno uscire. Con ciò non si intende che non la fanno uscire con me, non la fanno uscire in generale. Per farvi un esempio non può neanche andare a far compere da sola o uscire con le amiche/colleghe e infatti per questo motivo non ha nessuno oltre me.

Io sono stufo di questa situazione che ormai si protrae da quando la conosco, cioè 4 anni, e vorrei aiutarla in maniera più concreta.

Però io vivo in famiglia e per mia sfortuna lavoro a singhiozzo. Inoltre non ritengo sia giusto coinvolgere anche i miei genitori in questa storia. Poi in ogni caso l’abitazione dei miei non è molto grande e già in 4 come siamo ora stiamo stretti.

Premetto che lei lavora tramite agenzia interinale presso una ditta e per sua fortuna nel giro di qualche tempo (presumibilmente 1-2 anni al massimo) se tutto continuerà ad andare come ora dovrebbe raggiungere l’agognato tempo indeterminato.

Io le ho detto di andarsene quando avrà il posto fisso e che le avrei dato una mano sia materialmente che economicamente a trovare una stanza o una casa dato che non può uscire in alcun modo e dato che la sua amata famiglia usa tutti i soldi del suo stipendio non permettendole neanche di mettere da parte niente per sé o di fare ciò che vuole con i soldi che guadagna.

Tutto ciò è dovuto essenzialmente al padre di lei, che è una persona assurda che pensa ancora che una donna debba sposarsi col primo che si fidanza. La madre è una debole e non ha la forza di opporsi al volere del marito. Inoltre lei ha un fratello più piccolo di dieci anni (che può fare ciò che vuole perchè maschio) e una sorella (a cui è stata assegnata una casa popolare essendo ragazza madre, ma che non avendo un lavoro continua a vivere con i genitori) che non l’aiutano in nessun modo, ma che anzi approfittano del denaro che lei porta a casa.

Mi chiedevo cosa posso fare per aiutarla?

Non c’è modo di segnalare a qualcuno questa situazione?

Io non penso sia normale che una donna debba ancora rendere conto a suo padre per mettere piede fuori di casa in pieno giorno, perchè uscire di sera è proprio un’utopia!

Sono stufo di dover vivere una relazione fatta di sotterfuggi e di dovermi accontentare di vederla quattro ore la domenica pomeriggio, perchè il padre le ha fatto questa concessione.

Qualcuno ha qualche consiglio da darmi.

Grazie

 

 

L'autore ha scritto 2 lettere, clicca per elenco e date di pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Amore - Famiglia
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

3 commenti a

Aiutare una donna che non può uscire di casa

  1. 1
    Rossella -

    Di questi tempi mi sembra strano che esistano famiglie che pongono dei limiti alla libertà personale dei loro figli. Mio nonno negli anni ottanta era già abbastanza rigido per l’epoca e non è mai arrivato a questi livelli. Sei davvero sicura di quello che dici? Mi sembra tutto sinceramente molto strano. Altra cosa sarebbe incentivare i ragazzi ad uscire presto di casa… alle volte mi chiedo quanto pesi la coscienza di tanta gente. Penso tanto. Toccherebbe liberarsela tardi o presto. Che dire? Confido nel giudizio di Dio.

  2. 2
    Confusa30 -

    OSPIATALA A CASA SUA NON CREDO CHE UNA IN PIU’ FACCIA COSI TANTA DIFFERENZA

  3. 3
    ruvul -

    Ciao,
    ti scrivo cercando di darti una mano in quanto ho passato una cosa simile seppur non esattamente uguale. Ho due genitori che possiamo definire all’antica, e da ragazza dovevo obbedire e sottostare a certe regole, come essere brava a negli studi, niente discoteche, uscite la sera e cose del genere… per farla breve, l’unica soluzione che ho trovato per porre fine ad un clima soffocant,e e prendermi le libertà che le giovani della mia età hanno diritto di avere ( ho 25 anni) è stato rivolgermi al mio ragazzo.. e parlando con i suoi genitori abbiamo accordato di poter andare a stare da loro. Così fu. Preciso che non abbiamo vissuto da loro a lungo, dopo qualche mese abbiamo preso un appartamento in affitto e tutt’ora conviviamo felicemente. I miei genitori a distanza di tempo hanno capito e abbiamo ricucito i rapporti.
    Capisco che non vuoi coinvolgere i tuoi cari, ma io ti consiglio vivamente di prendere la cosa in considerazione! Anche perché per trovare il vostro nido e altro ci vorrà un’po di tempo e magari un aiuto! Sono certa che i tuoi sapranno capurticapirti e aiutarti. In bocca al lupo.

Scrivi un Commento

I commenti vengono pubblicati alle ore 10, 14, 18, 22.
Leggi l'Informativa sulla Privacy. Usa toni moderati e non inserire testi offensivi, futili, di propaganda (religiosa, politica etc) o promozionali. Non riportare articoli presi da altri siti e testi di canzoni o poesie. Usa un solo nome e non andare "Fuori Tema": per temi non specifici utilizza la Chat.
Puoi inserire fino a 2 commenti "in attesa di pubblicazione" per lettera.
Se non vedi i tuoi ultimi commenti leggi qui.
(1) modifica possibile prima della pubblicazione solo dallo stesso computer del commento (da qualsiasi postazione se hai fatto il LOGIN).
(2) i commenti fuori tema vengono cancellati alla sessione successiva; le risposte ai commenti fuori tema non vengono pubblicate, è possibile però rispondere in Chat.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.