Salta i links e vai al contenuto

A proposito di rifiuti

di

Ho lavorato a lungo nel campo della ricerca scientifica e tecnologica, e mi sono interessato ai modi di ottenere finanziamenti comunitari per progetti interessanti industrie italiane e già nel 1990 ho proposto degli studi per la relaizzazione di un impianto di riciclaggio dei rifiuti solidi urbani (che sarebbe stato finanziato per il 60% da fondi comunitari) e mi è stato risposto dai vari dirigenti aziendali che questa non era an’attività strategica. Come si dimostra la scarsa capacità politica di molti dirigenti di aziende che allora erano pubbliche.
Un altro argomanto riguarda la centrale elettrica di Montalto di Castro; quando la precedente quasi costruita centrale nucleare è sata smantellata, al suo posto ne è stata costruita una che mi risulta essere policombustibile, e quindi adatta a bruciare anche i rifiuti! O è stata di nuovo riconvertita in centrale a gas o olio combustibile? Se così fosse si dimostra che oltre a Bassolino dovrebbero andarsene anche tutti coloro che hanno dato le autorizzazioni a queste trasformazioni. Inoltre mi risulta che ci siano anche altre centrali policombustibile in Italia, si tratta di una verifica che per voi sarebbe facile.
Sarebbe necessario che i vostri giornalisti approfondissero molto di più l’argomento, anche perché ci sono centri di ritrattamento rifiuti che diventano centri di recupero di metalli (anche preziosi), plastica, carta, ecc. che diventano produttivi di prodotti di plastica, carta e quant’altro contribuendo all’ammortamento dell’impianto coi prodotti “prodotti” e con l’energia elettrica che si produce dai rifiuti non riciclabili.

Per ulteriori approfondimenti su idee circa questi ultimi tipi di impianti, potete contattarmi (avete la mia e-mail).

Distinti saluti

Oscar

L'autore ha scritto 1 lettera, clicca per dettagli sulla pubblicazione.

Lettere con argomenti simili:
Continua a leggere lettere della categoria: Attualità - Mondo
Una lettera scelta dal caso proprio per te...

3 commenti a

A proposito di rifiuti

  1. 1
    not_only -

    Oscar, ti intendi di inceneritori? Se si mi interessa.

    Sei certo che per centrale a policombustibile si intendano quelle alimentabili anche a rifiuti?

    Quando dici: “Sarebbe necessario che i vostri giornalisti approfondissero molto di più” intendi che non sei italiano?

    Buona serata.

  2. 2
    Oscar -

    Io sono italiano, ma ho viaggiato molto all’estero e sono stato a contatto con persone (ricercatori) di molti paesi. Le centrali di riciclaggio rifiuti sono nate molti anni fa in Svezia, mi è stato riferito che una sola è stata venduta in Italia, e precisamente a Roma. Non saprei cosa altro aggiungere se non dati tecnici che interesserebbero solo gli addetti (e che loro forse già conoscono). In quanto alle centrali policombustibie, in esse si può usare qualsiasi cosa bruci producendo calore, certo per bruciare rifiuti, questi dovrebbero essere pretattati (come fanno in Germania per i rifiuti che arrivano da Napoli). Probabilmente questo modulo manca se non si pensava allora di usarli come combustibile.

  3. 3
    not_only -

    Che vuoi che ti dica, caro Oscar. Io sono un addetto ai lavori e, credo, tra i più accreditati a livello nazionale.

    Mi pare che tu abbia conoscenze un po’ troppo generiche e superficiali sull’argomento e perciò lasciamo perdere.

    Comunque, buona giornata.

Lascia un commento

▸ Mostra regolamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri disponibili
Ricorda che sei personalmente responsabile di quanto scrivi su questo forum: prima di inviare il commento verifica che non infranga norme di legge e che non arrechi danno, non offenda la reputazione e non violi la privacy di alcuno.